Arcipescafisa.it
Menu
     
Arcipescafisa
 
Costituita nel 1971 per diffondere la pesca sportiva, ha ampliato gradatamente la sua presenza nella subacquea e nella nautica, nel turismo legato agli ambienti acquatici e nella ricerca scientifica. ...
Comitato Nazionale
Comitati Regionali
Comitati Provinciali
Comitato regionale Lazio Comitato regionale Sicilia Comitato regionale Calabria Comitato regionale Campania Comitato regionale Basilicata Comitato regionale Puglia Comitato regionale Molise Comitato regionale Abruzzo Comitato regionale Umbria Comitato regionale Sardegna Comitato regionale Toscana Comitato regionale Marche Comitato regionale Emilia Romagna Comitato regionale Lombardia Comitato regionale Piemonte Comitato regionale Liguria Comitato regionale Valle d'Aosta Comitato regionale Trentino Alto Adige Comitato regionale Veneto Comitato regionale Friuli Venezia Giulia
Login
  Password
 
Settore SUB e Nautica
Indirizzo Via Col del Rosso, 42
Localitą Fiumicino
CAP 00054
Provincia Roma
Telefono 06.98183317
Fax 06.98183317
FISA Nautica
 
I dipartisti amano identificarsi in associazioni ed organizzazioni specializzate, che abbiano una precisa connotazione, sia dal punto di vista tecnico che da quello progettuale.
FISA Nautica rappresenta un arricchimento per tutta l’associazione essendo un centro con grandi potenzialità. Forti potenzialità per un campo sempre più in forte espansione e sempre più ricco di appassionati. Altresì, tale comparto è un elemento fortemente propulsivo dello sviluppo dell’economia italiana, così come in tutta Europa.
La FISA Nautica è istituzionalmente aperta a progetti e iniziative nel campo della didattica, della ricerca e dell’intervento sull’ambiente marino, intorno a problematiche che possono essere individuate autonomamente nelle sue strutture di base (i Circoli e le Scuole), o suscitate nell’ambito di momenti di collaborazione con realtà esterne alla FISA, quali organismi universitari, sovrintendenze, corpi di Protezione Civile, associazioni ambientaliste, ecc. Attorno ad ogni singolo Progetto, che la FISA si impegna a divulgare e a promuovere, si aggregano le strutture di base interessate, organizzandosi all’interno di opportuni Comitati di Progetto.
 
 
Comitati di Progetto
 
Per l’organizzazione di crociere in flottiglia, di regate o di corsi per il conseguimento delle patenti nautiche ( che sono tra le prime iniziative che FISA Nautica potrebbe porsi come obiettivi a breve termine ) il comitato di progetto sembra essere uno strumento organizzativo sufficientemente agile e versatile. I Comitati di Progetto vengono insediati, in accordo con gli organi direttivi nazionali, soltanto rispetto a particolari finalità di ricerca e di intervento.
Essi assolvono funzioni scientifiche promozionali e organizzative; non hanno carattere permanente, e concludono la propria attività con il raggiungimento delle finalità programmate. Questo tipo di struttura supera ogni tradizionale articolazione di tipo territoriale, focalizzandosi intorno a progetti concreti, ed assume significato e ragion d’essere esclusivamente rispetto a questi.
Ma è proprio grazie ad una FISA Nautica efficiente e ben radicata sul territorio nazionale, che l’ARCI Pesca - FISA potrebbe porsi come riferimento credibile, a livello istituzionale, per la realizzazione di progetti di grande interesse per la diffusione della cultura del mare. E’ questo, della cultura del mare, un tema che tutta l’associazione dovrebbe fare proprio: in esso si riassumono, in modo organico e senza contraddizioni, tanto la storia del rapporto fra l’uomo e il mare, quanto le più recenti sensibilità ambientali.
 
La FISA Nautica, con la propria organizzazione, si propone:
 
" di diffondere la nautica da diporto, la conoscenza delle tecniche di navigazione, in particolare a vela e a motore, e il rispetto delle regole che garantiscono la sicurezza in mare e nelle acque interne;
 
" di promuovere corsi di navigazione anche per la nautica da diporto che non prevede l’obbligo di patenti nautiche; " di diffondere la conoscenza e il rispetto dell’ambiente marino in generale;
 
" di diffondere la conoscenza della cultura del mare;
 
" di introdurre nel settore nautico metodologie didattiche innovative, di comprovata validità formativa, e di promuovere, tra le proprie scuole, una continua ricerca in campo didattico e divulgativo;
 
" di promuovere momenti di confronto interdisciplinare tra le molteplici attività acquatiche;
 
" di promuovere uno sviluppo delle infrastrutture e dei servizi per la nautica da diporto, in modo compatibile con le fondamentali esigenze di difesa dell’ambiente marino costiero e delle acque interne;
 
" di promuovere un nuovo ruolo del diportista nautico, come operatore volontario al sevizio di finalità sociali, della solidarietà, della protezione civile e della difesa attiva dell’ambiente marino, degli ambienti costieri e lacustri, con particolare riguardo al patrimonio storico e archeologico che questi ambienti conservano.
 
 
 
L’impegno sportivo e culturale della FISA Nautica è sviluppato secondo modalità che sono coerenti e funzionali al conseguimento dei suoi fondamentali scopi statutari e, in particolare:
 
" a valorizzare il patrimonio ambientale e culturale marino; a contribuire alla crescita nei cittadini e nelle istituzioni di comportamenti ed azioni in favore della cultura e dell’ambiente, anche mediante la promozione di progetti e di campagne nazionali e territoriali;
 
" a promuovere le attività nautiche e le attività acquatiche, in genere, in collaborazione con le altre leghe della Fisa e con tutte le organizzazioni, nazionali e internazionali, che si interessano della difesa dell’ambiente marino e della promozione delle attività che in esso si sviluppano.
FISA Sub
 
Una federazione moderna, composta da scuole d’immersione, da sempre all’avanguardia nei metodi e nelle tecniche d’insegnamento.
Una federazione aperta alla collaborazione con le altre federazioni ed organizzazioni subacquee (insieme alle quali partecipa al CIAS, Comitato Italiano Attività Subacquee), con le associazioni ambientaliste, con gli enti, le istituzioni e con tutte le strutture pubbliche e private che si occupano del mare e della sua tutela. Una federazione che si è posta concretamente il problema della sicurezza in mare, con un accordo di collaborazione con la Società Nazionale di Salvamento e con la Federazione Nazionale Emergenza 118, insieme alla quale è stato costituito il DNEM (Dipartimento Nazionale Emergenza Mare). Quest’ultimo ha portato avanti, in questi anni, dotandosi degli opportuni mezzi di soccorso, attività di assistenza in mare e nelle acque interne. Una federazione che ha, fin dalla sua costituzione per articolarsi, più concretamente, in Comitati di Progetto. Su questi si concentrano gli sforzi e gli interessi delle strutture territoriali e di tutta la struttura nazionale.
 
 
Comitati di Progetto
 
Le attività subacquee, o forse sarebbe più giusto dire gli ambienti sommersi, hanno una notevole capacità di attrazione se, per anni, hanno continuato a coinvolgere decine di migliaia di persone, benché la proposta del settore fosse, a dir poco, povera.
Oggi, dopo decenni nei quali l’unica attività subacquea realmente riconoscibile era la caccia, le persone che si avvicinano a quest’attività raggiungono finalità, quali la conoscenza e la difesa dell’ambiente marino. Tuttavia hanno sicuramente pari capacità di coinvolgimento anche attività come l’archeologia subacquea e la sicurezza in mare. E non ultimo il turismo subacqueo, che infondo riunisce tutti questi temi. La proposta della FISA Sub è che sui problemi del turismo subacqueo si formi un "Comitato di Progetto" capace di raccogliere le idee, le esperienze e le iniziative, fino ad oggi isolate e del tutto autonome, di tutte le scuole e dei circoli della FISA Sub.
 
 
Turismo subacqueo
 
L’indiscutibile fascino, che il mare ha sempre esercitato sull’uomo, molto spesso si traduce in un approccio che oscilla tra il superficiale e il competitivo. Salvo rare eccezioni, una vera e propria cultura del mare non è diffusa al di là di professionalità settoriali anche molto sviluppate.
Nasce, quindi, l’intento di favorire, grazie anche a strumenti e a proposte originali, una più ampia diffusione della conoscenza ambientale, con lo scopo di stimolare un atteggiamento verso il mare, meno legato alle consuete dinamiche di puro consumo.
Il progetto si sviluppa all’interno del settore turistico, a partire in particolare da competenze relative alle attività subacquee, ma si rivolge anche a più ampie fasce di destinatari, quali quelle giovanili e scolastiche, anche al di fuori dei tradizionali periodi di vacanza. Inoltre, come ulteriori "ricadute" positive, potranno essere sviluppate, in modo capillare, funzioni sia scientifiche che di controllo del territorio, svolgendo ove necessario (in particolare all’interno delle Aree Protette) una attività di monitoraggio e sorveglianza. Non è difficile assegnare al progetto una valenza economica ed occupazionale di un certo rilievo, articolando i suoi effetti su diverse direttrici. Riassumendo:
 
- sviluppo delle attività subacquee e delle iniziative imprenditoriali connesse;
- ampliamento della stagionalità turistica, in particolare favorendo il turismo scolastico e quello per anziani.
 
 
La FISA Sub, con la propria organizzazione didattica, si propone:
 
" di diffondere la conoscenza delle tecniche d’immersione e il rispetto delle regole che garantiscono la sicurezza in mare;
" di diffondere la conoscenza dell’ambiente marino in generale e, in particolare, degli ambienti sommersi;
 
" di introdurre nel settore subacqueo metodologie didattiche innovative, oltre che di comprovata validità formativa, e di promuovere, tra le proprie scuole, una continua ricerca in campo didattico;
 
 " di promuovere un nuovo ruolo del sommozzatore sportivo e dell’istruttore subacqueo, come operatore volontario al sevizio di finalità sociali, della solidarietà, della protezione civile e della difesa attiva dell’ambiente marino costiero, del patrimonio archeologico sommerso e della cultura del mare.
 
L’impegno didattico della FISA Sub è sviluppato secondo modalità che sono coerenti e funzionali al conseguimento dei suoi fondamentali scopi statutari e, in particolare:
 
" a valorizzare il patrimonio ambientale e culturale marino; a contribuire alla crescita nei cittadini e nelle istituzioni di comportamenti ed azioni in favore della cultura e dell’ambiente, anche mediante la promozione di progetti e di campagne ai vari livelli territoriali e sociali;
 
" a promuovere le attività subacquee e le attività acquatiche, in genere, in collaborazione con le altre articolazioni della Fisa e con tutte le organizzazioni, nazionali e internazionali, che si interessano della difesa dell’ambiente marino e della promozione delle attività che in esso si sviluppano.
 
Sezione Soci  
  Come Associarsi
  Vantaggi per il Socio
  Vantaggi per i Circoli e Le Societą Sportive
  Per i Giovanissimi
Tessera anno 2015
Servizi  
  Newsletter Istituzionale
  Convenzioni e Accordi
  Rassegna Stampa
  Newsletter
  Link ai siti delle Istituzioni
  Il Meteo - Fasi Lunari
  Attivitą Socio-Sportiva-Ricreativa
  Codice Terzo Settore
  Videogallery
Settore pesca sportiva ed agonismo Settore Sub Nautica Settore Ambiente e Territorio Settore Vigilanza Ittica Settore protezione Civile e Servizio Civile Settore turismo Contatti Portale ARCIPESCAFISA: Federazione Italiana Sport e Ambiente